Il Movimento 5 Stelle non nasce come un partito politico ma come un movimento di cittadini il cui obiettivo principale è quello di partecipare attivamente alla vita politica di comuni, regioni e Stato.
Il Movimento 5 Stelle incoraggia un modo nuovo di amministrare partendo dal coinvolgimento diretto dei cittadini nelle scelte amministrative.
Il voto non dovrà più essere una delega data all’amministratore il quale può operare senza nessun controllo.
Noi ci proponiamo come cittadini prestati alla politica e proponiamo a tutti i residenti del Comune di partecipare alle scelte dell’amministrazione.
La gestione del Comune, i bilanci annuali, il PAT non sono affari solo per i pochi addetti ai lavori, le persone interessate saranno chiamate a decidere su dibatti importanti e in commisioni studiate per ogni settore.
Ogni progetto di forte impatto sulla cittadinanza sarà reso pubblico ed integrato con le osservazioni dei cittadini.
Il Sindaco, la giunta e i consiglieri dovranno essere disponibili, con cadenza da valutare, ad incontri per raccogliere ed analizzare pubblicamente opinioni ed idee sui temi trattati.
Verranno agevolate tutte le forme di partecipazione popolare utilizzando ogni mezzo, tecnologico e non, al fine di garantire a tutti i cittadini un nuovo modo di fare politica, basata sul dialogo e sul confronto tra amministratori ed amministrati.
All’unanimità saranno rispettati i diritti umani e civili, tra i quali la libertà individuale, l’autodeterminazione, la dignità affettiva riconosciuti dalla Costituzione Italiana (art. 3), dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo, dalle Convenzioni giuridiche internazionali sui diritti civili, politici, religiosi, economici, sociali, culturali e curativi, nonché dalle pertinenti leggi statali e regionali.
REQUISITI DELLA LISTA
I nostri candidati sono “certificati” ed hanno firmato gli impegni che riportiamo:
1.  All’atto della loro candidatura e nel corso dell’intero mandato elettorale, i candidati non devono essere iscritti ad alcun partito o movimento politico.
2. Il candidato non deve avere riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive, né avere procedimenti penali in corso al momento della propria candidatura.
3. Il candidato non deve avere assolto in precedenza più di due mandati elettorali, a livello centrale o locale.
4. Ogni candidato si ispira alle idee del M5S nazionale adattandole alla realtà del territorio e all’occorrenza promuovendone di nuove.
5. Ogni candidato si impegna a rimettere il mandato elettorale ricevuto nel caso in cui, nel corso del suo svolgimento, perda o dimostri di non aver posseduto fin dall’origine uno o più dei requisiti minimi sopra descritti.
6. La lista non può associarsi ad altri partiti o liste per  amministrare il Comune.
7. I candidati sono tutti cittadini residenti/domiciliati nel Comune di Cartigliano.
TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE ATTIVA e GESTIONE PUBBLICA
- Democrazia Diretta -
1. Consigli Comunali con ripresa e registrazione via internet in diretta, scaricabili dal sito web del Comune.
MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE E BOCCIATA DAL CONSIGLIO COMUNALE
2. I cittadini potranno esprimere idee e disagi tramite l’utilizzo di una applicazione web nel sito del Comune ( http://www.decorourbano.org/ ) oppure attraverso la compilazione di appositi questionari cartacei.
3. Comunicazione del bilancio trimestrale in modo chiaro e tematico online sul sito internet del Comune.
4. Bilancio partecipativo: consultazione della cittadinanza su come e dove investire i fondi comunali per la realizzazione di opere.
5. Valorizzazione delle competenze interne del Comune e riduzione dei costi delle consulenze esterne richiedendole solo in mancanza di personale competente comunale.
6. Istituzione di un Consiglio Comunale dei Giovani con possibilità di presentare mozioni  ufficiali.
7. Monitoraggio capillare dei bandi atti ad accedere ai finanziamenti regionali ed europei.
8. Sistemazione del sito web comunale, rendendolo più snello e comprensibile per la maggior parte della cittadinanza nell’ambito dell’operazione “Comuni aperti”.
9. Coinvolgimento dei cittadini all’interno di commissioni studiate per ogni settore.
10. Sostituzione dei programmi di gestione informatica a pagamento con licenze gratuite attraverso l’utilizzo di software open source.
11. Istituzione di referenti di quartiere, eletti dai residenti.
LAVORI PUBBLICI ED EDILIZIA PUBBLICA
1. Riqualificazione e realizzazione di nuovi spazi verdi avvalendosi anche di volontari, associazioni e disoccupati, anche per eventuali manutenzioni.
2. Manutenzione e ristrutturazione degli edifici scolastici.
3. Trasparenza nell’assegnazione di opere pubbliche all’interno della trattativa privata e delle fortiniture dei beni e dei servizi comunali (offerta economicamente più vantaggiosa e valutazione dell’affidabilità aziendale).
4. Messa in sicurezza di tutti gli ambienti di pertinenza comunale adibiti a manifestazioni pubbliche.
5. Studio di fattibilità per la realizzazione di piste ciclabili e maggiore interconnessione tra le stesse a livello comunale ed intercomunale.
6. Incentivazione della sicurezza stradale e manutenzione dei manti stessi.
7. Individuazione di uno spazio destinato ai giovani.
ENERGIA ED AMBIENTE
1. Ristrutturazioni energetiche degli edifici pubblici finanziato con ricorso a società Energy Saving Co (ESCO) che consentano il recupero della spesa sostenuta.
Maggiori informazioni al link http://www.assoesco.org/servizi/finanziamento_tramite_terzi_FTT.asp
2. Passaggio all’illuminazione pubblica a led per abbattimento costi.
3. Miglioramento della raccolta differenziata per la riduzione dei rifiuti e relativo beneficio economico attraverso l’adozione della tariffa puntuale. (Più differenzi e meno paghi)
4. Preservare il territorio dall’introduzione di coltivazioni OGM e dall’utilizzo di erbicidi, disseccanti e concimi chimici.
5. Tutela e sovranità pubblica dell’acqua e impegno a contrattare con ATO l’utilizzo gratuito di 50lt d’acqua al giorno per ciascun  individuo come  riconosciuto  dall’organizzazione mondiale della sanità OMS. Controanalisi sullo stato dell’acqua comunale a campione e pubblicazione referti.
6. Istituzione di un mercato a km 0 per promuovere l’utilizzo di prodotti locali.
7. Progetto di sensibilizzazione per il rispetto degli animali.
8. Tutela del fiume Brenta.
SOCIALE
- Nessuno deve restare indietro -
1. Istituzione della Banca del Tempo.   Associazione sociale dove ciascun iscritto mette a disposizione qualche ora del proprio tempo per dare ad un altro iscritto i suoi talenti, i suoi hobby ed interessi. In cambio riceve altrettanto tempo da un altro socio della Banca. Le attività delle BdT sono moltepici: lezioni di cucina, manutenzioni casalinghe, accompagnamenti e ospitalità, babysitteraggio, cura di piante e animali, scambio, prestito o baratto di attrezzature varie, ripetizioni scolastiche. Istituzione sportello per volontariato aperto anche on-line.
2. Promozione di corsi gratuiti per l’alfabetizzazione informatica.
3. Creazione di gruppi di acquisto solidali (GAS).
4. Sviluppo e sostegno dell’assistenza domiciliare ad anziani e disabili agevolando la formazione di rete tra Comune, Associazioni e privati .
5. Creazione di un ufficio comunale per le relazioni pubbliche (URP).
6. Introduzione di cibi biologici certificati nelle mense scolastiche.
7. Collaborazione tra Amministrazione ed Associazioni comunali, comitati e Caritas per la gestione dei servizi sociali e del banco alimentare.
8.  Sviluppo del centro diurno per anziani.
9. Promozione e sostegno del doposcuola come supporto  per i ragazzi e per le famiglie.
10. Stanziamento di un Fondo sociale per famiglie in difficoltà economiche anche attraverso lo sgravio di imposte comunali e buoni spesa o derrate alimentari con l’eventualità di un concambio di piccoli lavori socialmente utili.
11. Promozione del buono sconto rispendibile (SCEC) all’attenzione di commercianti ed artigiani.
12. Attivazione di un registro delle Unioni civili e del Testamento biologico presso l’ufficio anagrafe.
13.  Avviamento degli orti sociali.
14. Creazione di uno sportello Associazione dei consumatori.
15. Attivazione per il trasporto nei fine settimana (anche negli orari serali) per collegamento Cartigliano – Bassano del Grappa.
16.  Avvio del Mercato del Riuso di oggetti.
SPORT E TURISMO
1. Si riconosce che il ruolo del Comune è primariamente quello di favorire la pratica sportiva di base e non professionistica. Valorizzazione delle realtà sportive locali.
2. Ottimizzazione dell’uso degli impianti sportivi.
3. Promozione  di nuove  discipline  sportive a maggior gradimento dei cittadini.
4. Inserimento di Cartigliano all’interno di un circuito turistico locale.
5. Accesso facilitato a tutte le strutture turistiche attraverso il sito internet del Comune.
6. Promozione di eventi e mostre prodotti in tutto l’arco dell’anno.
7. Mercato dell’antiquariato.
CULTURA
1. Sostegno all’utilizzo della sala cinematografica San Pio  X  quale risorsa  per tutta la comunità.
2. Programmazione di eventi culturali estivi in centro a Cartigliano coinvolgendo le attività di ristorazione e Associazioni del paese.
3. Promozione interculturale attraverso scambi con paesi esteri.
4. Incentivazione della lingua inglese con corsi di madrelingua e  progetti scolastici.
5. Collaborazione con  tutte le Associazioni  e Comitati che si adoperano in paese  promuovendo la cultura.
6. Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale e linguistico veneto.
SALUTE 
1. Proposta di stili di vita salutari e scelte di consumo consapevoli per sviluppare l’autogestione della salute (operando sui fattori di rischio e di protezione delle malattie) e l’automedicazione semplice.
2. Istituzione registro tumori  a livello comunale.
3. Sviluppo del punto salute anche per servizi alla famiglia e al benessere psicofisico della persona.
4. Contrasto alle attività che distruggono la vita delle persone, in primis il gioco d’azzardo.
SICUREZZA
1. Tavolo di coordinamento sull’ordine pubblico con forze dell’ordine, polizia municipale ed altre istituzioni.
2. Installazione di sistemi di videosorveglianza nei punti  più critici del paese.
ATTIVITA’ PRODUTTIVE
1. Riduzione imposte insegne pubblicitarie.
2. Incentivazione dell’apertura di nuove attività economiche agevolando la tassazione comunale per i primi due anni.